Il VAR nel futsal? Lo aspettiamo a braccia aperte!

Collaboratore
Peppe Di Giovanni
13/10/2021

Stefano Mammarella e Michele Miarelli, due portieri simbolo del calcio a 5 azzurro, non hanno dubbi: la tecnologia può solo essere d'aiuto per gli arbitri. Dopo l'esordio (decisivo) della tecnologia al Mondiale in Lituania chissà che non arrivi presto in Italia

Al Mondiale in Lituania, vinto dal Portogallo di Ricardinho in una finale agonica contro l’Argentina, abbiamo visto grandissimi portieri: da Higuita a Guitta, passando per Sarmiento che si è riconfermato bissando il titolo di migliore del suo ruolo, vinto 5 anni fa in Colombia. Mancavano solo loro, due simboli del futsal italiano che non invecchiano mai, semmai maturano dentro e fuori dal campo. Stefano Mammarella e Michele Miarelli saranno ancora protagonisti della Serie A 2021-22, appena iniziata: uno a Pescara e l’altro a Pesaro, ancora da avversari, loro che in Nazionale rappresentano da anni un’amicizia splendida. Con le due bandiere azzurre abbiamo parlato di tutto: VAR, Mondiali, Serie A...

Partiamo dal VAR nel futsal: lo abbiamo visto in Lituania ed è stato approvato totalmente da Pierluigi Collina, presidente della Commissione Arbitri della Fifa. Non solo, ha contribuito a far decidere l’espulsione di Borruto nella finale. Lo aspettate in Serie A?

Mammarella: Il VAR è un’innovazione che nel 2021 è diventata fondamentale, bisogna stargli dietro. Ci aiuta anche a migliorare cose che l’occhio umano non vede. Come dice Collina, nel futsal è ancora più importante, ci sono spazi più ristretti, gli arbitri hanno ancora più difficoltà rispetto al calcio a decidere situazioni rapidissime, con tanti uomini in pochissimi metri. Per me è una cosa giusta, speriamo possa arrivare anche in Serie A.

Miarelli: Bisogna dare tutto l’aiuto tecnologico che può essere fornito a un giudice di gara, ce lo insegnano tutti gli sport. Nel calcio, così come deve essere nel calcio a 5. Gli sport si determinano in frazioni di secondo, è sempre complicato. Nei casi così importanti è giusto che ci sia il VAR.  Ricordo un episodio in Russia-Portogallo, semifinale dell’Europeo, con un fallo di mano: in quel caso il VAR avrebbe aiutato. Bisogna però sempre ricordare che alla fine è la discrezionalità dell’arbitro a essere padrona delle situazioni.

(nel video, due momenti della finale del Mondiale dove la VAR è stata decisiva, al minuto 0:40 e al minuto 2:40)

Abbiamo negli occhi ancora il Mondiale con grandi parate di portieri di altissimo livello: mancavate solo voi…

Mammarella: E’ brutto non essere stati lì, mancavamo solo noi. Un Mondiale senza l’Italia mi ha fatto male, era forse l’ultimo o siamo agli sgoccioli per poterlo fare. E’ evidente che fra i portieri, anno dopo anno vengono fuori sempre più fenomeni, molto ben allenati. Le partite ora finiscono con punteggi più bassi, è dovuto alla preparazione dei portieri, nettamente più pronti rispetto a qualche anno fa.

Miarelli: Nel Mondiale ci sono i migliori, a mio avviso i più forti sono arrivati fino in fondo. Sarmiento ha bissato il titolo di migliore dei mondiali, per questo gli faccio i miei più grandi complimenti. Guitta, difficile trovarne uno più completo. Higuita che si è confermato, Bebé è un ragazzo che si alza la mattina e va a lavorare, come fanno molti di noi, è il coronamento di una meravigliosa carriera. Vincere con il Portogallo per lui è stato un modo per chiudere un cerchio.

La Sky Emilia Romagna Arena di Salsomaggiore Terme: la nuova casa del futsal italiano e un impianto spettacolare e moderno. Quanto vi piace questa idea?

Mammarella: Rappresenta una visibilità bellissima, ho visto la prima gara fra Pesaro e Napoli e c’era un colpo d’occhio eccezionale. Giocare sia le partite della Serie A femminile che quelle della Serie A Maschile in questa arena è all’avanguardia, soprattutto trasmettendo le gare su Sky Sport. La gente verrà attirata dal nostro sport.

Miarelli: Il nostro sport ha bisogno di visibilità e di arrivare a far capire che non si tratta del calcetto del giovedì. A Salsomaggiore si mette in piedi uno spettacolo, la scelta di farlo in campo neutro incontrerà qualche critica, ma è il solito prezzo da pagare per mettere in piedi un grande show.  

Siete entrambi 37enni, avete vinto e rivinto tutto. Come si fa a darsi ancora degli stimoli?

Mammarella: Io penso che si possa sempre migliorare, che un portiere può maturare fino all’ultimo giorno di carriera. Con il passare degli anni ho capito che l’alimentazione e il modo di allenarsi sono tutto, ti danno la possibilità di continuare e di restare ad alti livelli. Questo è il mio segreto.

Miarelli: Ad esempio a Pesaro è arrivato Carlos Espindola, un portiere fortissimo che aveva già giocato in Italia e conoscevo da avversario. Lavorare con uno come lui può dare solo spunti di miglioramento. I nuovi stimoli fanno sempre un bell’effetto, danno nuova linfa alla passione che ci spinge ad andare al campo tutti i giorni e farci prendere a pallonate.




Ti potrebbe interessare

Con il pallone d'Italia non si sbaglia un colpo VIDEO

Con il pallone d'Italia non si sbaglia un colpo VIDEO

Abbiamo raggiunto alcuni giocatori della Torres, squadra sarda che attualmente viaggia spedita nel girone G di Serie D, per chiedere loro cosa pensassero del pallone ufficiale dopo queste prime giornate di campionato. Il risultato è un video molto divertente. Puoi fare di meglio?
Match analysis: CR7, l'arma letale

Match analysis: CR7, l'arma letale

Cristiano Ronaldo è il calciatore che ha collezionato più presenze (182) e più gol (115) nella storia con la maglia di una Nazionale europea, quella del Portogallo. Con l'aiuto di Kama Sport abbiamo preso in esame due fondamentali tecnici che lo hanno reso uno dei più grandi di sempre: il dribbling e il tiro
Impianti: Zola Predosa, un esempio virtuoso VIDEO

Impianti: Zola Predosa, un esempio virtuoso VIDEO

La società bolognese è stata tra le prime, nel lontano 2006, a scommettere sull'erba artificiale. Una mossa che ha pagato e continua a dare i suoi frutti grazie al connubio tra pubblico e privato. Come ci spiegano i protagonisti di questa realtà tra passato, presente e futuro

Iscriviti subito, per te esclusivi vantaggi dei nostri partner